t

Disturbi di Personalità

Ognuno di noi ha modalità soggettive e caratteristiche di relazionarsi agli altri e agli eventi (tratti di personalità).

Per esempio, alcune persone reagiscono a situazioni problematiche cercando aiuto e supporto; altri preferiscono fronteggiare le difficoltà in totale autonomia. Alcuni individui tendono a minimizzare i problemi, mentre altri li enfatizzano.

Gli individui con un disturbo di Personalità sono rigidi e solitamente hanno un modo di rispondere e di affrontare i problemi della vita che va a influenzare negativamente anche le relazioni con i propri familiari, gli amici e i colleghi di lavoro e che possono arrivare a risultare insoddisfacenti e conflittuali oppure a essere evitate.

Questi disturbi si instaurano quando uno specifico tratto di base della personalità assume caratteristiche abnormi o si presenta in maniera rigida, inflessibile e pervasiva.

Per esempio, alcuni soggetti tendono sempre a dipendere dagli altri, mostrando elevata difficoltà nell’esprimere il proprio punto di vista e i propri bisogni ed evitando ogni forma di autonomia.

Spesso i soggetti con disturbo di personalità sono insoddisfatti della propria esistenza e ritengono che i loro problemi siano causati dalle altre persone o dalle circostanze sfavorevoli della vita, ma ignorano che possano essere proprio i loro pensieri o comportamenti a risultare inappropriati e disfunzionali.

I Disturbi di Personalità vengono raggruppati in tre Cluster (Insiemi):

  1. Cluster A: disturbi di personalità caratterizzati da condotte strane o eccentriche.
  2. Cluster B: comportamenti drammatici o eccentrici.
  3. Cluster C: condotte ansiose o inibite.

Per informazioni, segue come contattarmi

Inviare e-mail