Sostegno alla Genitorialità

” […] questo mi porta a quella che io ritengo la caratteristica più importante dell’essere genitori: fornire una base sicura da cui un bambino o un adolescente possa partire per affacciarsi nel mondo esterno e a cui possa ritornare sapendo per certo che sarà il benvenuto, nutrito sul piano fisico ed emotivo, confortato se triste, rassicurato se spaventato.”

John Bowlby

 

La genitorialità rappresenta una funzione complessa che incorpora in sé sia aspetti individuali relativi alla rappresentazione soggettiva di come un genitore dovrebbe essere, sia aspetti legati alla modalità relazionale che le figure parentali condividono nell’assolvere questo ruolo. Non si delimita solo all’evento della nascita, ma produce significativi cambiamenti soggettivi e familiari che continueranno lungo tutto l’arco di vita degli individui coinvolti.

Per esempio, una fase particolarmente critica è quella dell’adolescenza: spesso i genitori arrivano davanti allo psicologo sostenendo di non riconoscere più il figlio, di non sapere più chi si trovano di fronte e quindi di scoprirsi completamente disorientati e sprovvisti di strumenti per affrontare il “nuovo figlio”. Un occhio esterno, può aiutare i genitori a ridimensionare il problema, a sviluppare uno sguardo diverso sul figlio e a individuare nuove strategie alternative condivise attraverso una linea di condotta comune.

In un percorso di sostegno alla genitorialità, lo psicoterapeuta si prefigge di supportare i genitori nel loro ruolo, di sostenere e promuovere la consapevolezza di tale funzione e di rafforzare la comunicazione e le capacità di gestione dei conflitti – sia all’interno della coppia che nella relazione con i figli – attraverso l’analisi delle dinamiche.

Un intervento di sostegno alla genitorialità non è rivolto necessariamente a “famiglie problematiche” ma a qualsiasi genitore che desideri migliorare la relazione con i figli e le dinamiche familiari.

Per informazioni, segue come contattarmi

Inviare e-mail