1. Home
  2.  » 
  3. Aree di Intervento
  4.  » 
  5. Ansia
  6.  » Attacchi di Panico

Attacchi di Panico

CAUSE E SINTOMI DI AGORAFOBIA E ATTACCHI DI PANICO

Momenti di Paura e Disagio Intensi

Attacchi di panico, agorafobia, sono momenti di paura o disagio intensi in assenza di vero pericolo, accompagnati da sintomi cognitivi o somatici. Raggiungono rapidamente l’apice e si manifestano con breve durata, solitamente non superiore ai 10 minuti. Possono essere non associati a un fattore specifico preciso, oppure associati a contesti specifici (per es. la guida in autostrada).

Sintomi degli Attacchi di Panico

I sintomi somatici che possono caratterizzare gli attacchi di panico sono: palpitazioni, tachicardia, sudorazione, tremori. I sintomi cognitivi possono essere: derealizzazione (sensazione di irrealtà) o depersonalizzazione (percepirsi come estranei da sé), paura di perdere il controllo o di impazzire, paura di morire. La persona può arrivare a temere di avere altri attacchi di panico, e quindi si instaura il circolo vizioso della paura della paura, ovvero dell’ ansia anticipatoria di provare nuovamente il panico (disturbo da attacchi di panico) e i relativi sintomi somatici. Il rischio è quello di reagire evitando tutte le situazioni che possono attivare gli attacchi di panico oppure affrontare le situazioni solo se accompagnati da qualcuno. Questo rischia di portare a una notevole riduzione dell’autonomia nella vita dell’individuo.

Agorafobia cause associate ad Attacchi di Panico

Ci siamo mai chiesti a quali cause possa essere associata l’agorafobia? Al disturbo di panico non di rado si associa una condizione psicopatologica chiamata agorafobia. La causa dell’agorafobia è caratterizzata dall’ansia di trovarsi in luoghi o situazioni dai quali risulta difficile (o imbarazzante) allontanarsi, o nei quali potrebbe non essere disponibile aiuto, se si presentasse un attacco di panico. I sintomi dell’agorafobia riguardano tipicamente situazioni quali l’essere fuori casa da soli, l’essere in mezzo alla folla o in coda, l’essere su un ponte, viaggiare in automobile o con altri mezzi di trasporto (ad esempio, treni o autobus).

depressione

Tutti quanti abbiamo avuto l’esperienza di una giornata storta, o di un momento in cui ci siamo definiti un po’ depressi. Questo molto probabilmente rappresenta un calo di umore passeggero, o uno stato d’animo transitoriamente negativo. La depressione clinica invece è caratterizzata da altri sintomi e perdura nel tempo.

La persona che ne soffre ha un umore depresso per tutta la giornata e per molti giorni successivi. Non riesce più a provare interesse e piacere nelle attività da cui prima traeva soddisfazione, non riesce a compiere azioni che prima facevano parte della quotidianità, è priva di energie per svolgere qualsiasi attività fisica e mentale. Si sente senza speranza, come in un tunnel senza uscita, senza più alcun interesse. Guarda alla propria esistenza come un fallimento. L’isolamento appare inevitabile.

Nel corso della psicoterapia la persona viene aiutata a prendere consapevolezza dei circoli viziosi che mantengono e aggravano la malattia. Liberarsi gradualmente attraverso l’acquisizione di modalità di pensiero e di comportamento più funzionali al suo benessere. Quindi, dal momento che la depressione è solitamente un disturbo ricorrente, la terapia dovrebbe prevedere una particolare attenzione a un’eventuale ricaduta.

state of mind

Blogger per State of Mind

Collaboro con la nota rivista on line di settore. Seguimi su State of Mind

ansia

La parola ansia e attacchi d’ansia sono entrati a fare parte della nostra quotidianità; chi di noi, del resto, potrebbe affermare di non averli mai provati ?

Nessuno può sapere quanto rumore fa una certezza che si rompe

Michela Murgia

Questa tipologia di disturbo è l’espressione di ciò che dentro di noi sentiamo come vitale, importante, addirittura necessario, o urgente.
Quindi incontrare qualcuno che ci interessa, la scadenza di un impegno, affrontare un esame, il timore di perdere chi amiamo…tutto questo, e altro ancora, può generare questo sintomo.
In conclusione, quando si parla di ansia patologica, i disturbi che si possono manifestare, sono i seguenti:

psicologa psicoterapeuta