depressione

disturbi dell’umore

Tutti abbiamo avuto l’esperienza di una giornata negativa o di un momento in cui ci siamo definiti un po’ depressi. Questo molto probabilmente rappresenta un calo di umore passeggero, o uno stato d’animo transitoriamente negativo. La depressione clinica invece è caratterizzata da altri sintomi e perdura nel tempo.

La persona che ne soffre ha un umore depresso per tutta la giornata e per molti giorni successivi, non riesce più a provare interesse e piacere nelle attività da cui prima traeva soddisfazione, non riesce a compiere azioni che prima facevano parte della quotidianità, è priva di energie per svolgere qualsiasi attività fisica e mentale. Si sente senza speranza, come in un tunnel senza uscita, senza più alcun interesse. Guarda alla propria esistenza come un fallimento. L’isolamento appare inevitabile.

Nel corso della psicoterapia la persona viene aiutata a prendere consapevolezza dei circoli viziosi che mantengono e aggravano la malattia e a liberarsene gradualmente attraverso l’acquisizione di modalità di pensiero e di comportamento più funzionali al suo benessere.
La depressione spesso si presenta come un disturbo ricorrente, la terapia dovrebbe prevedere una particolare attenzione a un’eventuale ricaduta.

depressione

Disturbi dell’umore

Nel caso dei disturbi dell’umore le variazioni dello stato d’animo avvengono spesso spontaneamente, sono di eccessiva entità e si accompagnano ad un’ampia gamma di sintomi che portano a un’invalidazione della normale quotidianità dell’individuo.
Questi tipi di disturbo sono solitamente distinti in disturbi depressivi (depressione unipolare) e disturbi bipolari. I primi sono caratterizzati da umore depresso, come per esempio apatia, mancanza dell’appetito, scarso coinvolgimento nell’attività, eloquio lento..

I disturbi dell’umore di tipo bipolare sono invece caratterizzati dall’alternarsi di episodi depressivi a fasi con umore marcatamente euforico o irritabile (maniacale), come per esempio eloquio molto rapido, impressione che i pensieri scorrano molto più velocemente, autostima ipertrofica, facile distraibilità…

Approfondiamo il concetto di depressione

Ansia

L’ansia è l’espressione di ciò che dentro di noi sentiamo come vitale, importante, addirittura necessario, o urgente.

Incontrare qualcuno che ci interessa, la scadenza di un impegno, affrontare un esame, il timore di perdere chi amiamo…tutto questo, e altro ancora, può generare questo sintomo.

Di per sé non è qualcosa di negativo o di necessariamente disfunzionale. Fino a un certo livello, può aiutare a rimanere vigili, in allerta o anche ad anticipare il verificarsi di un evento futuro.

L’ansia,fondamentalmente, è un insieme di sensazioni di disagio e di tendenze ad agire che ti rende consapevole che stanno accadendo o potrebbero accadere degli eventi spiacevoli e ti avvisano che dovresti fare qualcosa per evitarlo.” (Albert Ellis)

Quando si parla di ansia patologica, i disturbi che si possono manifestare, sono i seguenti: