1. Home
  2.  » 
  3. Aree di Intervento
  4.  » 
  5. Ansia
  6.  » Disturbo d’Ansia Generalizzato

disturbo d’ansia generalizzato

ANSIA E PREOCCUPAZIONI ECCESSIVE

(DAG) Come si presenta?

Il Disturbo d’Ansia Generalizzata (DAG), si caratterizza per ansia e preoccupazione eccessive relative a una quantità diffusa di eventi o di attività (come prestazioni lavorative o scolastiche). L’individuo ha difficoltà nel controllare la preoccupazione e l’ansia, che si reputa eccessiva per intensità, durata o frequenza rispetto all’evento temuto.

Conclusioni

Solitamente il soggetto con ansia si sente molto teso e irrequieto, appare molto affaticato, ha difficoltà di concentrazione e alterazioni del sonno.

Binge eating Disorder

Il Binge Eating Disorder (BED) è caratterizzato da episodi ricorrenti di abbuffate, senza l’utilizzo regolare di inappropriati comportamenti compensatori (quali vomito autoindotto, uso di lassativi o di diuretici, attività fisica intensa).

I pazienti con questa tipologia di disturbo, alternano costantemente comportamenti di restrizioni alimentare alle abbuffate e questo va a rinforzare il senso di inadeguatezza e di fallimento. L’assunzione di cibo e le abbuffate sono strettamente correlate alle emozioni.

Oltre alla mancanza di comportamenti compensatori, un’altra differenza tra questo disturbo e la bulimia, è rappresentato dal minore interesse attribuito dai BED al controllo del peso e della forma del corpo.

Attacchi d’Ansia Sintomi e Significato

L’ansia è l’espressione di ciò che dentro di noi sentiamo come vitale, importante, addirittura necessario, o urgente.

Incontrare qualcuno che ci interessa, la scadenza di un impegno, affrontare un esame, il timore di perdere chi amiamo…tutto questo, e altro ancora, può generare questo sintomo.

Di per sé non è qualcosa di negativo o di necessariamente disfunzionale. Fino a un certo livello, può aiutare a rimanere vigili, in allerta o anche ad anticipare il verificarsi di un evento futuro.

L’ansia,fondamentalmente, è un insieme di sensazioni di disagio e di tendenze ad agire che ti rende consapevole che stanno accadendo o potrebbero accadere degli eventi spiacevoli e ti avvisano che dovresti fare qualcosa per evitarlo.” (Albert Ellis)

Ma quando supera un certo livello, ovvero quando rischia di invalidare la  quotidianità, quando non  permette più di fare le cose che prima si facevano normalmente, quando limita l’ autonomia della persona, quando è generalizzata su una serie di situazioni che solitamente vengono percepite come neutrali, allora diventa maladattiva e disfunzionale al benessere. E’ davvero molto importante riconoscere questa soglia, perché altrimenti i sintomi d’ansia si possono trasformare in qualcosa di più radicato, di più aggressivo, di più esteso (per esempio attacchi di panico).

state of mind

Blogger per State of Mind

Collaboro con la nota rivista on line di settore. Seguimi su State of Mind

psicologa psicoterapeuta