1. Home
  2.  » 
  3. Aree di Intervento
  4.  » 
  5. Ansia
  6.  » Fobia Specifica

Fobia Specifica

Cos’è esattamente?
La fobia specifica è caratterizzata da una paura o ansia marcata verso un oggetto o verso situazioni specifiche.

Paura Marcata

La persona quindi prova una paura marcata, persistente, sproporzionata. Non solo quando lo stimolo fobico è presente, ma anche quando si aspetta di affrontare un oggetto o una situazione specifica che hanno a che fare con lo stimolo fobico.

Per esempio l’ansia può essere spesso anticipatoria e comparire anche soltanto prevedendo la situazione temuta. Quindi per questo motivo la persona solitamente attua dei comportamenti di evitamento. Se poi il soggetto percepisce l’impossibilità di allontanarsi o di evitare la situazione è possibile che l’ansia sia tale da provocare un attacco di panico.

In conclusione, la fobia può arrivare a limitare situazioni sociali, lavorative o scolastiche. Perciò esistono fobie legate a: animali (per es.ragni, serpenti, gatti…); ambiente naturale (altezza, acqua…); sangue, infezioni, ferite; situazionali (spazi chiusi, volare, guidare…)

Disturbi dell' Umore

Variazioni Stato d’Animo
Nel caso dei disturbi dell’umore le variazioni dello stato d’animo avvengono spesso spontaneamente. Sono di eccessiva entità e si accompagnano ad un’ampia gamma di sintomi che portano a un’invalidazione della normale quotidianità dell’individuo.

Disturbi Depressivi e Bipolari
Quindi questi tipi di disturbo sono solitamente distinti in disturbi depressivi (depressione unipolare) e disturbi bipolari. I primi sono caratterizzati da umore depresso, come per esempio apatia, mancanza dell’appetito, scarso coinvolgimento nell’attività, eloquio lento..

I disturbi dell’umore di tipo bipolare sono invece caratterizzati dall’alternarsi di episodi depressivi a fasi con umore marcatamente euforico o irritabile (maniacale). Per esempio eloquio molto rapido, impressione che i pensieri scorrano molto più velocemente, autostima ipertrofica, facile distraibilità…

Approfondiamo il concetto di depressione

state of mind

Blogger per State of Mind

Collaboro con la nota rivista on line di settore. Seguimi su State of Mind

Binge Eating Disorder

Il Binge Eating Disorder (BED) è caratterizzato da episodi ricorrenti di abbuffate. Quindi senza l’utilizzo regolare di inappropriati comportamenti compensatori (quali vomito autoindotto, uso di lassativi o di diuretici, attività fisica intensa).

Per esempio i pazienti con questa tipologia di disturbo, alternano costantemente comportamenti di restrizioni alimentare alle abbuffate e questo va a rinforzare il senso di inadeguatezza e di fallimento. L’assunzione di cibo e le abbuffate sono strettamente correlate alle emozioni.

Quindi oltre alla mancanza di comportamenti compensatori, un’altra differenza tra questo disturbo e la bulimia, è rappresentato dal minore interesse attribuito dai BED al controllo del peso e della forma del corpo.

psicologa psicoterapeuta